Provincia del Verbano Cusio Ossola

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Settembre-febbraio all'Istituto Sacra Famiglia di Verbania il corso 'Strategie Educative per l'Autismo'

E-mail Stampa PDF
Addthis

ANGSA del VCO Onlus – Fondazione Sacra Famiglia organizzano il corso: STRATEGIE EDUCATIVE PER L'AUTISMO. Percorso di aggiornamento per operatori e familiari di persone autistiche.

Questo percorso formativo nasce dall’esigenza di fornire semplici, ma appropriati strumenti di intervento e di cura a quanti – operatori educativi,sociali, sanitari e familiari – lavorano e vivono a fianco di persone autistiche, in una logica per così dire da “tool-box” (letteralmente cassetta degli attrezzi) che non esime da un pensiero compiuto sulla problematica, calato però il più possibile nella quotidianità e nell’ambiente in cui vivono le persone affette da autismo e le loro famiglie.

Per questa ragione, la trattazione dei temi che saranno sviluppati nei 10 moduli ( per 40 ore complessive) del percorso formativo, è stata affidata a tecnici di indiscussa competenza, abbinata ad una significativa esperienza nel campo specifico.

 Il corso di aggiornamento, finanziato quasi integralmente dall’ANGSA VCO grazie alle donazioni del Sig. Ingo Specht, dei Pacian da Intra e dagli Organizzatori del “ Giro delle Contrade di Intra”, si svolgerà nel periodo settembre 2011/ Febbraio 2012, ordinariamente nella giornata di sabato dalle 9.00 alle 13.00, come meglio specificato diseguito:

Sabato 24 settembre 2011  

1) Approfondimento di paradigmi medici, psicologici e sociali sull’autismo, i Disturbi Generalizzati dello Sviluppo e le disabilità intellettive. Nuove conoscenze riguardo i meccanismi di funzionamento della mente autistica.

Sabato 7 ottobre

2) Modelli di servizio e organizzativi per facilitare il processo di recupero e di rieducazione.

Sabato 13 ottobre -

             5 novembre

3 / 4) Analisi, studio e approfondimento dell’ambiente più adatto al processo di apprendimento.

Sabato 19 novembre

5) Approfondimento delle principali metodologie per l’uso della comunicazione aumentativa e iconica

Sabato 3- 10 dicembre

6 / 7) metodologie per il recupero psico-educativo della persona con Disturbo Generalizzato dello Sviluppo.

Sabato 14 gennaio 2012

8) Studio, analisi e conseguente applicazione di alcune tecniche rieducativespecifiche derivate dalle leggi dell’apprendimento (shaping, fading,modeling, etc…).

Sabato 28 gennaio

9) Modalità e tecniche per l’assessment funzionale e lo sviluppo/realizzazione di progetti educativi individualizzati.

Sabato 4 febbraio

10) Tecnologie per il parent training.

 Le iscrizioni possono essere effettuate telefonicamente all’ANGSA VCO ai numeri 3334392525 3358339688 entro il 15/9/2011.

I moduli di partecipazione verranno compilati la mattina del primo incontro. E' richiesto un contributo di euro 50,00 per il materiale e la segreteria.

Per ulteriori informazioni, contattare ANGSA VCO angsa@angsavco.org www.angsavco.org, oppure la Fondazione Ist. S. Famiglia-Verbania (tel. 0323/402349 dott.ssa Nadia Bazzi)

 

PROGRAMMA DEL CORSO DI ALTA QUALIFICAZIONE: STRATEGIE EDUCATIVE PER L’AUTISMO

Introduzione

Nel 2010 in collaborazione con l'istituto Sacra Famiglia di Verbania la nostra associazione ANGSA VCO Onlus ha svolto un corso di formazione tenuto dal dott. Lucio Moderato con una inaspettata partecipazione di enti territoriali, operatori scolastici, genitori e volontari.

Da questa esperienza abbiamo raccolto numerose richieste per una continuità del lavoro svolto e di un ulteriore approfondimento; è stato per noi naturale porci come obiettivo un proseguimento della esperienza iniziata.

Gli argomenti trattati sono stati:

il concetto di disabilità: approfondimento critico. Modalità diagnostiche e prognostiche indicate dall'O.M.S.

I modelli organizzativi da adottare per facilitare il processo di recupero e di rieducazione.

L'ambiente ed il processo di apprendimento.

Strutturazione e processo educativo interattivo. Applicare alla situazione educativa contingente le principali leggi che governano l'apprendimento.

Per questo motivo ANGSA VCO Onlus ha tenuto la collaborazione dell'istituto Sacra Famiglia e del dott. Lucio Moderato per proseguire ed approfondire la tematica “strategie educative per autismo” con un nuovo corso.

Premessa

            Il Corso vuole inserirsi nel quadro delle attività promosse dagli enti nel territorio con lo scopo non solo di sensibilizzare l’équipe della struttura all'integrazione delle persone con autismo e più genericamente con diverse modalità e tempi di apprendimento, ma anche di fornire efficaci strumenti di lavoro a educatori, a psicologi, a medici, insegnanti e volontari, in generale, ai cosiddetti "addetti ai lavori", affinché le giuste esigenze di integrazione sociale espresse dai soggetti con qualche difficoltà, non rimangano lettera morta.

            Il Corso nasce dalla consapevolezza che anche le più giuste istanze umanitarie devono essere sempre accompagnate da tecnologie appropriate, se non si vuole assistere al loro fallimento. Si può notare, infatti, come talvolta la buona volontà dei singoli operatori socio-educativi si scontri con la mancanza di conoscenze specifiche riguardanti le modalità attraverso le quali condurre una corretta prassi di rieducazione, di riabilitazione, e, conseguentemente di recupero. In altre parole, si constata, talvolta, la presenza di molta efficienza, espressa da numerose e lodevoli iniziative proposte dai social workers, accompagnata tuttavia da uno scarso livello di efficacia, dovuto soprattutto ad una certa disomogeneità e aleatorietà delle iniziative stesse. Queste ultime possono perdere gran parte della loro efficacia proprio perché non si sviluppano in un contesto finalizzato alla creazione di un "ambiente protesico" che sia in grado di facilitare l'apprendimento e il conseguente sviluppo cognitivo, sociale, motorio, affettivo, relazionale.

 Finalita' del Corso

Creare una piattaforma di conoscenze comune sulle strategie educative per autismo per operatori professionali, genitori e volontari del nostro territorio. Presupposto necessario per un reale lavoro di rete e di integrazione dei servizi.

 

            Si ritiene di particolare importanza l'opera di aggiornamento del personale educativo, psicologico e medico, in quanto assi portanti della rieducazione. Il soggetto con autismo trascorre gran parte della propria giornata in ambiente abilitativo/educativo che deve essere in grado non solo di recepire i suoi bisogni, ma anche di stimolarne la crescita e lo sviluppo psicologico e sociale.

            La formazione e l'aggiornamento di tutta l’équipe psico-socio-educativa, diventano risorsa che non solo non si esaurisce nel tempo, ma che anche si autoriproduce integrandosi con le conoscenze esperienziali e teoriche del personale stesso.

            E' necessario che i famigliari e gli operatori/educatori diventino sempre piu' in grado di gestire la pratica educativa in modo adeguato, attraverso l'acquisizione di competenze che consentano di creare condizioni favorevoli per l'apprendimento in una prospettiva ideale di sviluppo. In altri termini e' importante saper creare un "ambiente protesico" da un punto di vista cognitivo e sociale che faciliti l'evoluzione psicologica del soggetto con autismo.

 Contenuti del Corso

Approfondimento critico di alcuni paradigmi medici, psicologici, sociali che hanno influenzato il modo di affrontare e di concepire l'handicap in generale e le disabilità d'apprendimento in particolare nel corso della storia. In questa Unità saranno anche affrontate le nuove modalità diagnostiche e prognostiche indicate dalla O.M.S., che si basano sui concetti di "menomazione", "disabilita'", "handicap", sottolineando la natura non esclusivamente organica del disturbo, ma evidenziandone i fattori funzionali, sociali, culturali. Una particolare attenzione verrà data alla Decima Definizione e Classificazione del Ritardo Mentale curata dall’American Association on Mental Retardation che pone minore attenzione agli aspetti della disabilità, sottolineando altresì l’importanza dei sostegni per diminuire la condizione di handicap e di disabilità del soggetto.

Riflessione riguardante i modelli organizzativi da adottare per facilitare il processo di recupero e di rieducazione.

Analisi dell'ambiente più favorevole per un processo di apprendimento, evidenziando le situazioni che possono creare ostacoli ad un corretto sviluppo psicologico e sociale. In secondo luogo tratterranno.

La strutturazione degli elementi base che fanno si' che il processo educativo non sia mono-direzionale (docente -->studente) ma interattivo (con continue modificazioni e scambi reciproci), e in terzo luogo l'applicazione nella situazione educativa contingente delle principali leggi che governano l'apprendimento.

La tecnica della comunicazione iconica come metodologia per facilitare la relazione con soggetti gravi.

L'applicazione nel singolo contesto educativo delle nuove metodologie per il recupero psico-evolutivo dell'handicappato, con particolare attenzione allo studio degli eventi situazionali (setting) che possono influire negativamente o positivamente sul processo di apprendimento; all'acquisizione di tecniche per la creazione di eventi-stimolo antecedenti in grado di pilotare la catena comportamentale successiva; allo studio per un uso maggiormente appropriato e consapevole delle conseguenze e dei rinforzi.

L'analisi e la conseguente applicazione di talune tecniche rieducative specifiche (shaping, modeling, fading, chaining, token economy, contratto educativo, etc.) sulla base dei diversi bisogni educativi dei singoli soggetti e delle necessità della situazione nel suo aspetto globale.

L'approfondimento di alcune tecniche per la realizzazione di progetti educativi individualizzati da realizzarsi nel contesto globale del gruppo, considerato come insieme di persone interagenti tra di loro e contemporaneamente con l'educatore.

La gestione dei rapporti con i genitori.

 Modalita' di attuazione

 Il Corso, si svilupperà in:

- incontri di relazione frontali;

- incontri seminariali;

- incontri intergruppi con supporto di tutor e supervisione;

- situazione di sperimentazione pratica delle tecnologie.

Durante le lezioni verranno utilizzate attrezzature audiovisive e informatiche multimediali con le più avanzate tecnologie per la comunicazione e la formazione al fine di consentire un più rapido apprendimento da parte dei corsisti.

Il corso si svolgerà in 10 incontri teorici presso l' auditorio dell' Istituto Sacra Famiglia di Verbania.

 

Meteo provincia

La Sciuera

Editoria locale

You are here Comunicati stampa Settembre-febbraio all'Istituto Sacra Famiglia di Verbania il corso 'Strategie Educative per l'Autismo'